Video presentazione di Entoservice

L’ INTEGRATED PEST MANAGEMENT  (IPM) secondo Entoservice

La metodologia della Gestione Integrata degli infestanti o Integrated Pest Management (IPM) permette di ridurre il rischio di insorgenza di fenomeni di resistenza ai mezzi chimici di controllo, di ridurre l’impatto ambientale e la contaminazione degli alimenti, di evitare effetti deleteri sulla biodiversità e gli organismi non-target (ad esempio entomofauna utile). Nei programmi IPM sono quindi fondamentali ai fini della prevenzione, l’ispezione, il monitoraggio, il campionamento e la raccolta dati in zone infestate o potenzialmente infestate, con integrazione di tali attività attraverso un fil rouge di legame fra ambiente, operatore, pest manager.

Il lavoro di Entoservice si basa sulla redazione e applicazione di un programma di lavoro suddiviso in 4 fasi fondamentali:

1. Prevenzione

Un’accurata analisi dell’ambiente e delle strutture eseguita dai nostri tecnici specializzati, consentirà l’individuazione dei punti di ingresso e proliferazione degli infestanti. L’installazione di strutture di esclusione vi può già portare a risultati soddisfacenti

2. Monitoraggio

Consente di individuare tempestivamente la presenza degli infestanti e l’insorgenza di fenomeni di resistenza consentendo azioni localizzate, oltre alla verifica dei risultati delle azioni di lotta.

3. Pianificazione

Una volta identificata e classificata la specie infestante, l’adozione di tecniche di lotta integrata a calendario, consentirà la corretta profilassi per e il mantenimento della sanità dei locali.

4. Azioni di lotta

L’intervento di lotta, con tecniche e mezzi adeguati alle necessità, prevede l’impiego di prodotti sicuri e dispositivi ecologici che, supportati dalle azioni di prevenzione e monitoraggio, garantiscono risultati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: