Articles

Credito imposta sanificazioni: scadenza comunicazione all’Agenzia delle Entrate 7 settembre 2020

Grazie all’ Aggiornamento DL Rilancio 19/05/2020 – ART. 125 il governo ha concesso un Credito d’imposta pari al 60% delle spese ammissibili sostenute nel periodo d’imposta 2020 per gli interventi di sanificazione di ambienti e strumenti di lavoro, per l’acquisto di dispositivi di protezione, di sicurezza, detergenti e disinfettanti.

Servizio di Sanificazione Coronavirus – Fase 2 COVID-19

sanificaizone coronavirus fase 2

A causa della dimostrata sopravvivenza del virus COVID-19 (nuovo coronavirus) nell’ambiente e sui materiali per diverso tempo, il “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14/03/2020 precisa al punto 4 “Pulizia e sanificazione in azienda” che l’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago.

CERTIFICAZIONE DI SANIFICAZIONE DA VIRUS (CORONAVIRUS) – ENTOSERVICE

Servizio di disinfezione da virus e batteri in pronto intervento

Il coronavirus può rimanere infettivo sulle superfici degli oggetti a temperatura ambiente fino a 9 giorni. In compenso non è molto resistente e servono detergenti a base di cloro o disinfettanti a base di alcol o acqua ossigenata per ucciderlo. A far luce è una revisione di studi, pubblicata sul Journal of Hospital Infection.

Il nuovo decreto legge Covid Ter “Cura Italia”, con uno stanziamento di 25 miliardi di Euro ha lo scopo di supportare le famiglie e le imprese italiane.

Segnaliamo che tra le misure previste vi è, allo scopo di incentivare la sanificazione degli ambienti di lavoro (attività di impresa, arte o professione), il riconoscimento, per il 2020, di un credito d’imposta pari al 50% delle spese di sanificazione di ambienti e strumenti di lavoro, fino ad un massimo di € 20.000.