Strategie per il controllo di topi e ratti

Perché topi e ratti sono un problema?

I roditori sinantropi (ovvero che vivono nello stesso ambiente dell’uomo) come topi e ratti sono mammiferi a sangue caldo presenti in tutto il mondo. La loro principale caratteristica (da cui ne deriva il nome) è di avere denti incisivi di grandi dimensioni a crescita continua e quindi sono costretti a rosicchiare continuamente per accorciarli. La durezza dei denti permette a questi animali di poter intaccare materiali di qualsiasi natura, dalla plastica al metallo, determinando gravi danni economici a merci e impianti tecnologici.Ratti e topi rappresentano un serio rischio per la salute dell’uomo e degli animali domestici, essendo potenzialmente responsabili della contaminazione degli alimenti con feci e urine e della diffusione di pericolose malattie quali Salmonella. Leptospirosi (soprattutto il Ratto grigio), Tifo Murino, Colera e parassiti come Toxoplasmosi, pulci e zecche.

I roditori si riproducono rapidamente e in condizioni ideali anche tutto l’anno. Grazie alla conformazione del corpo, sono in grado di passare attraverso buchi e fessure che potrebbero sembrare troppo piccoli per le loro dimensioni. Sono inoltre ottimi arrampicatori e nuotatori.

Tutte le caratteristiche precedentemente elencate fanno di topi e ratti animali estremamente pericolosi e in grado di produrre seri danni economici e sanitari.

Le specie di roditori sinantropi di interesse sanitario:

Ratto grigio o Rattus norvegicus

Rattus_norvegicus-270x130

Di colore generalmente grigio e di dimensioni maggiori rispetto alle altre specie (in media 350g), nidificano normalmente in tane ipogee (sotto terra) e sfruttano la loro abilità di scavatori per penetrare negli edifici in cerca di cibo. Tendono a rimanere nascosti durante il giorno e ad uscire dopo il tramonto.

Il Ratto grigio è onnivoro e si nutre di una grande varietà di cibi, dalle granaglie alle noci sino alla carne. Gli animali della stessa specie morti sono utilizzati anche come fonte di cibo. Hanno bisogno di acqua da bere e preferiscono per la costituzione della colonia luoghi il più vicino possibile fonte di acqua. Questi ratti vivono in comunità con i membri dominanti e gregari.

Tramite gli scambi commerciali nei secoli questo roditore è riuscito a colonizzare tutti i continenti dove è arrivato l’uomo con le navi ed aerei ed è il più presente nelle aree urbane.

Ratto nero o Rattus rattus

Rattus rattus

Di colore generalmente nero è di dimensioni inferiori rispetto al Ratto grigio (in media 200g), nidificano preferibilmente sugli alberi e nelle aree sopraelevate delle costruzioni come fienili e sottotetti, da cui anche il nome di ratto dei tetti. Sono attivi durante tutte le ore del giorno anche se preferiscono spostarsi nelle ore notturne.

A differenza del Ratto grigio, il Ratto nero è prettamente erbivoro e si nutre in prevalenza di cereali, frutta e granaglie, depredando i silos nelle aree rurali e portuali e causando danni anche ingenti, in quanto contamina il cibo con urina ed escrementi.

Necessitando di un ambiente più naturale il Ratto nero è meno diffuso all’interno delle città rispetto al precedente, ma è comunque presente in tutti i continenti.

Topo domestico o Mus domesticus

Mus domesticus

Anche questo di colore generalmente grigio è di dimensioni molto più piccole rispetto ai ratti (al massimo 50g), nidifica in tutti i tipi di ambiente, dalle città, alle campagne, alle zone boschive. Vivono solitamente  a stretto contatto con l’uomo e grazie a questa simbiosi è stato in grado di colonizzare gli ambienti più ostili; dal deserto alle zone sub-artiche.

Il Topo domestico è onnivoro ma ha come alimento preferito tutti i tipi di semi e gli avanzi alimentari dell’uomo. Ha un raggio d’azione molto piccolo dalla tana (pochi metri) e tende ad uscire la notte. Il più delle volte l’infestazione si rileva per la presenza di feci e rosicchiature dato che quando vengono a mancare le fibre vegetali, mangia e rosicchia tutto quello che trova appetibile, anche fili elettrici (non sono rari i corto circuiti causati dal topo domestico), materie plastiche e tessuti.

La soluzione:

Entoservice propone ai propri clienti un servizio completo di lotta a topi e ratti, attraverso l’uso di tecniche e prodotti all’avanguardia e in grado di dare risultati efficaci e senza rischi per l’ambiente, le persone e gli animali domestici.

Le nostre procedure prevedono:

  • Sopralluogo, fornitura e installazione sistemi di anti intrusione (rodent proofing): i tecnici Entoservice effettuano un accurato sopralluogo dell’area identificando i segni di presenza e le specie infestanti. Vengono analizzate le cause che determinano la presenza e la proliferazione dei roditori, predisponendo un piano di controllo completo. Se vengono riscontrate carenze manutentive che permettono l’ingresso e l’annidamento dei roditori i nostri tecnici propongono e all’occorrenza intervengono direttamente (isolamento canalette elettriche, barriere in metallo, chiusura fessure sottoporta, etc)
  • Derattizzazione con erogatori d’esca rodenticida: vengono identificati i punti idonei al posizionamento di erogatori d’esca rodenticida di sicurezza con all’interno prodotto tossico a base di anticoagulante;
  • Derattizzazione con trappole per la cattura: vengono identificati i punti idonei al posizionamento di trappole per la cattura dei roditori, soprattutto all’interno delle aree di produzione degli alimenti, dove i prodotti tossici non possono essere utilizzati;
  • Monitoraggio delle postazioni di controllo: le aree  e i materiali posizionati vengono ispezionati periodicamente per verificare l’efficacia degli interventi di prevenzione e del trattamento di derattizzazione;
  • Sanificazione post trattamento attraverso la ricerca e il recupero dei roditori e la disinfezione delle aree interne oggetto del trattamento

Entoservice opera nel pieno rispetto dell’ordinanza del Ministero della Salute Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati (Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 58 del 09-03-2012), che vieta l’uso improprio di sostanze tossiche rodenticide e indica il modo con cui vanno utilizzate le esche in modo sicuro per la salute pubblica e degli animali domestici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: