Disinfestazione contro gli ectoparassiti degli animali domestici (pulcie zecche)

Perché pulci e zecche sono un problema?

Cani e gatti sono sempre più presenti all’interno delle abitazioni e negli ambienti pubblici (uffici, negozi, mezzi pubblici, etc.) e come tutti i proprietari è frequente avere a che fare con gli ectoparassiti quali pulci e zecche e imbattersi in infestazioni dell’ambiente domestico e professionale, che diventano difficili da debellare con i prodotti di solito in commercio.

I principali ectoparassiti presenti nell’ambiente frequentato dagli animali domestici

Pulci

pulceL’uomo viene più diffusamente in contatto con la pulce del gatto (Ctenocephalides felis) e la pulce del cane (Ctenocephalides canis). Meno frequenti la pulce dell’uomo (Pulex irritans) e la pulce del pollame (Echidenofaga gallinacea). Gli adulti di lunghezza di 2-3 mm e di colore rosso o bruno pungono la pelle di mammiferi e volatili per nutrirsi. Le larve si nutrono di materia organica in tappeti o lettiere. I bozzoli possono rimanere inattivi per oltre due anni e vengono risvegliati dalla presenza di un ospite. Non vivono sul corpo dell’uomo ma pungono le mani e il corpo quando si è a contatto con animali domestici o con la loro lettiera, ma il posto più comune delle punture di pulce sono i piedi e le gambe. In genere, si riscontrano più pulci in tappeti e lettiere di animali domestici che sugli animali stessi. Le pulci sono in grado di creare irritazioni cutanee a seguito della puntura e trasmettere pericolose patologie.

Zecche

zecca del caneLa specie più presente è la zecca del cane (Rhipicephalus sanguineus) ma è frequente anche la zecca dei boschi (Ixodes ricinus), sono lunghe più o meno 1–2 mm negli stadi giovanili, ma anche più di un centimetro nello stadio adulto. La zecca punge il proprio ospite e si nutre del sangue per poter passare da uno stadio di sviluppo al successivo (in tutto 3: larva neonata dotata di tre paia di zampe, ninfa dotata di quattro paia di zampe, adulto dotato di quattro paia di zampe) e per la deposizione delle uova. Le zecche tra un pasto di sangue e l’altro rimangono nel terreno in attesa dell’ospite successivo, e in mancanza di animali adatti è in grado di attaccare anche l’uomo, determinando un grave pericolo per la salute essendo importanti vettori di agenti patogeni (virus, batteri, rickettsie, protozoi) pericolosi per l’uomo ed altri animali. Una delle malattie più note trasmesse dalle zecche è la malattia di Lyme .

La soluzione

Entoservice propone ai propri clienti un servizio completo di lotta alle pulci e zecche, attraverso l’uso di tecniche e prodotti all’avanguardia e in grado di dare risultati efficaci e senza rischi per l’ambiente, le persone e gli animali domestici.

Le nostre procedure prevedono:

  • Sopralluogo: i tecnici dell’Entoservice effettuano una analisi completa della struttura e dell’ambiente in modo da identificare la specie infestante e le zone di annidamento.
  • Prevenzione: a seguito del sopralluogo vengono rilasciati al proprietairo dell’area indicazioni sulla gestione degli animali domestici e sull’igiene dell’ambiente in modo da minimizzare la possiblità di ingresso e proliferazione degli ectoparassiti.
  • Interventi di lotta: viene effettuata attraverso l’aspirazione per la raccolta di uova (nelle pulci), l’applicazione di calore secco a 180°C e l’irrorazione cpn prodotti insetticidi con principi attivi efficaci sia contro le forme larvali che contro le forme adulte.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: