Disinfestazione contro scarafaggi

Perché gli scarafaggi sono un problema?

Gli scarafaggi (o blatte) sono dannosi per la salute dell’uomo e degli animali domestici in quanto responsabili di danni diretti quali il consumo e l’insudiciamento degli alimenti e di danni indiretti diffondendo microbi e organismi patogeni nel nostro ambiente di vita e di lavoro, con cui entrano in contatto vivendo e cibandosi in luoghi malsani come condotte fognarie, discariche e pattumiere.

Gli scarafaggi sono vettori di numerosi agenti patogeni batterici e virali (intossicazione alimentare e avvelenamento da salmonella, Tubercolosi (TB), Tifo, Dissenteria, Epatite, gastroenterite e influenza gastro intestinale), di parassiti (protozoi, nematodi e cestodi) e la disgregazione delle deiezioni e parti del corpo diventano allergeni responsabili di asma e eritemi.

Non vi sono quindi luoghi dove la presenza di questi insetti possa essere tollerata e sottovalutata, dalle strutture sanitarie, ai luoghi di lavorazione del cibo sino agli ambienti domestici e professionali.

Nonostante siano poco visibili, data la propensione a uscire col buio, l’infestazione da scarafaggi è molto frequente, data la loro capacità di sfruttare molto bene per la proliferazione le condizioni ambientali (caldo-umido) create dall’uomo all’interno di abitazioni e insediamenti produttivi el’ingresso avviene attraverso gli scarichi dalle condotte fognarie e sono facilmente veicolate passivamente assieme a materiali e merci.

Le principali specie di scarafaggi di interesse sanitario

Blattella germanica o blatta rossa

blattella germanicaE’ la specie di blatta infestante più diffusa all’interno delle abitazioni. Grazie alle piccole dimensioni e l’elevato potenziale riproduttivo è in grado di colonizzare rapidamente nuovi ambienti. Questo insetto è ritenuto come una minaccia costante per qualsiasi attività umana.

Come tutte le blatte anche questa specie è lucifuga (esce con il buio) e le zone maggiormete infestate all’interno delle strutture sono quelle delle cucine e dei bagni, poichè sfrutta le temperature elevate, la maggiore umidità relativa, la presenza di resti di cibo e i nascondigli sicuri tra pensili e mobili che questi ambienti offrono. Vengono utilizzati come rifugio anche i piccoli elettrodomestici (forno a microonde, spremiagrumi, etc) ma anche le radio, gli impianti stereo e i televisori.

Nel corso della sua esistenza (da 4 a 5 mesi), una femmina di Blattella germanica può deporre da 4 a 8 contenitori di uova (ooteche) ognuna contenente una trentina di uova fertili. Dopo due settimane le uova danno origine a piccolissime neanidi (individui giovani) dalla colorazione più scura rispetto all’adulto. Nel giro di 40 giorni attraverso mute raggiungono lo stadio adulto e, dopo meno di dieci giorni le femmine cominciano a deporre nuove uova. Le ooteche vengono generalmente nascoste in posti sicuri, difficilmente raggiungibili, e risultano impermeabili nei confronti dei normali prodotti insetticidi

Blatta orientalis o blatta nera

blatta orientalisE’ lo scarafaggio più tipico tanto da essere identificato con numerosi nomi dialettali. La blatta nera è lunga dai 2 ai 4 ed è di colore dal marrone scuro al nero. I maschi hanno ali che coprono quasi interamente il corpo, mentre le femmine hanno ali molto più corte.

Tende a colonizzare ambienti con poca luce, freschi e umidi a livello del suolo e predilige come rifugio le reti fognarie, garage, cantine e può introdursi all’interno delle abitazioni. Si nutre soprattutto di spazzatura, rifiuti fognari o materiale organico in decomposizione.

Una femmina di Blatta orientalis produce una media di otto ooteche nella sua vita. Ogni ooteca contiene circa 16 uova. L’ooteca viene depositata in un ambiente caldo e protetto, vicino a scorte di cibo. Il periodo di incubazione per la Blatta orientalis è tra i 40 e gli 80 giorni; una volta adulta, essa può vivere fino a 180 giorni.

La soluzione

Entoservice propone ai propri clienti un servizio completo di prevenzione, monitoraggio e lotta agli scarafaggi, attraverso l’uso di tecniche e prodotti all’avanguardia e in grado di dare risultati efficaci e senza rischi per l’ambiente, le persone e gli animali domestici.

Le nostre procedure prevedono:

  • Sopralluogo: i tecnici dell’Entoservice effettuano una analisi completa della struttura e dell’ambiente in modo da identificare la specie infestante e le zone di annidamento.
  • Monitoraggio: in ambienti particolarmente sensibili e dove la normativa lo richiede, vengono posizionate trappole attrattive per la cattura degli scarafaggi per evidenziarne la presenza prima che l’infestazione diventi rischiosa per la salubrità degli ambienti e per le attività svolte
  • Interventi di lotta: vengono effettuati attraverso l’applicazione di prodotti in formulato liquido, nebulizzati in tutti i punti dove gli insetti si nascondono, con esche in gel, in ambienti particolarmente sensibili come cucine e strutture sanitarie, con trappole a cattura, dove non è possbile usare nessun tipo di prodotto chimico, o con fumigazione e nebulizzazione a ultra basso volume di condotte di condotte, intercapedini, controsoffitti e pavimenti galleggianti.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: