Disinfestazione contro la cimice dei letti

Perché la cimice dei letti è un problema?

La Cimex luctularius (cimice dei letti e bed bugs) è un insetto diventato nell’ultimo decennio molto frequente nelle strutture ricettive di tutto il mondo e che facilmente riesce a colonizzare anche le abitazioni private, nascondendosi nei bagagli, mobili, abbigliamento, scatole e altri oggetti quando vengono spostati tra appartamenti, case e alberghi . Sono insetti notturni che si nutrono esclusivamente di sangue (ematofagi), vivono in piccoli gruppi ma sono molto prolifiche e raggiungono in poco tempo numeri considerevoli, nascondendosi in piccole fessure infestando i materassi e le aree più vicine al letto.

Perché pungono

Pungono perché sono insetti ematofagi obbligati e pungono, oltre all’uomo, anche altri mammiferi e uccelli.

Si nutrono pungendo e lo fanno in media ogni 5 giorni. Non amano la luce e per questo colpiscono di notte e sono attratte dal calore del corpo e dalle nostre emissioni di anidride carbonica. Una volta effettuato su di noi il loro pasto le cimici tornano verso i loro nascondigli, anche se solitamente le femmine una volta fecondate non amano la vicinanza dei maschi e cercano nuovi luoghi dove annidarsi ed ecco che così l’infestazione dilaga.

La loro puntura non è dolorosa (probabilmente per l’iniezione oltre che di una sostanza anticoagulante, anche di un anestetico) e per questo passa spesso inosservata, ma tremendamente pruriginosi e lunghi a scomparire sono gli esiti.

Dove si annidano

Nella nostra abitazione, dopo che li abbiamo portati a casa: vestiario, valige, coperte, coperture dei divani, materassi e cuscini, testata del letto e sua struttura, tende, quadri e cornici, mobili, moquette, crepe del muro e battiscopa, quadri elettrici e prese di corrente. Prediligono inoltre superfici ruvide come carta, cartone e legno.

Nei luoghi pubblici dobbiamo ricordare in particolar modo la loro repulsione per la luce, quindi importanti saranno i luoghi dove si permane a lungo con la possibilità di dormire: strutture recettive, treni, traghetti e navi, ma possono anche non essere indenni metropolitane, pullman e caravan, soprattutto se presi a noleggio

Come riconoscere la infestazione

Non è semplice riconoscere una infestazione, o comunque non è una cosa immediata poiché nell’ambiente che ci circonda abbiamo la possibilità di essere punti da diverse tipologie di insetti e le lesioni cutanee non sono così specifiche per indicarci l’infestazione, che però possiamo desumere da alcune caratteristiche:

per prima cosa ricordiamo che le punture non sono dolorose, ed è possibile avere una certa linearità delle lesioni dovuta al fatto che la cimice può non consumare tutto il suo pasto in una volta sola, ma dopo averci attaccato e succhiato il sangue, si sposta in una zona vicina e poi in un’altra ancora, con un andamento lineare.

Il più delle volte le papule che si formano sono molto pruriginose, durano più a lungo di quelle delle zanzare e non presentano al centro un punto rosso, come avviene per le punture delle pulci.

La soluzione

L’infestazione della cimice dei letti per il benessere dei clienti e il buon nome della struttura è un problema che deve essere risolto, pertanto quando si avverte l’esigenza, è importante affidarsi ad una ditta specializzata ed esperta come Entoservice, che è in grado di determinare le proporzioni del problema e provvedere con la soluzione più adatta.

Sistema preventivo e di monitoraggio

E’ l’attività più efficace per impedire la proliferazione dell’insetto ma anche la più difficile. Infatti è necessario poter comprendere i fattori di rischio e intervenire tempestivamente prima che l’infestazione diventi difficile da eradicare.

Entoservice propone ai suoi clienti:

  • corsi di formazione e aggiornamento per il personale in azienda ad opera di esperi del settore (veterinari, biologi ed entomologi). I corsi altamente professionalizzanti danno modo al personale di conoscere tutti gli aspetti che caratterizzano la biologia e il comportamento dell’insetto utili a comprendere le motivazioni dell’importanza della lotta all’insetto, le tecniche di monitoraggio e rilevazione dell’infestazione anche nelle sue fasi iniziali e il corretto management nelle varie fasi dell’eradicazione dell’infestazione;
  • servizio di ispezioni e monitoraggio periodico delle camere d’albergo da parte di personale esperto e attento ad individuare i fattori di rischio e le prime avvisaglie di infestazione. Nel monitoraggio vengono utilizzati sistemi di cattura che consentono di identificare il problema e nello stesso tempo ridurre il numero di insetti che possono proliferare ed amplificare l’infestazione;
  • gli innovativi copri materasso e copri cuscini, traspiranti, idrorepellenti e anti acaro, che inoltre non consentono alle cimici di colonizzare i materassi (tra le fonti maggiori di annidamento) grazie alla chiusura brevettata.

Sistema di controllo

L’insetto sfrutta tutti gli stadi biologici per sopravvivere e potersi spostare da un ospite all’altro. Infatti l’adulto si muove non visto e molto rapidamente la notte e depone le uova in anfratti, crepe e pieghe di ogni tipo di materiale, prediligendo materassi e valige. Nella forma di uovo, meno visibile, è in grado di annidarsi nei bagagli e poi colonizzare alla schiusa nuove aree. La forma uovo è inoltre insensibile agli agenti chimici utilizzati per la disinfestazione e quindi necessita di essere combattuta con sistemi fisici oltre che chimici

La nostra procedura prevede quindi la seguente modalità di trattamento:

  • sopralluogo accurato delle stanze per l’individuazione di insetti e nidi di cimice dei letti.
  • trattamento termico con vapore saturo surriscaldato a 180° di tutte le zone identificate come infestate e delle zone che lo possono essere, con smontaggio delle suppellettili se necessario (battiscopa, canalette elettriche e prese, quadri, lampade, etc…). Il trattamento consente di colpire in maniera efficace le uova e tutte le forme biologiche.
  • trattamento con prodotto insetticida adulticida e larvicida o ecologico (in base alle richieste del committente), per eliminazione di eventuali adulti e larve che potrebbero generarsi da uova rimaste nascoste.

Il trattamento delle stanze dove sia rilevata la presenza delle cimici si intende costituito da n. 2 interventi a distanza di 30 giorni, al fine di colpire eventuali insetti sfuggiti o uova non denaturate che ne hanno dato origine.

GARANZIA DI EFFICACIA: Nel caso nei seguenti 30 giorni dal secondo trattamento la presenza dell’insetto venga nuovamente rilevata nelle stanze trattate, Entoservice esegue un ulteriore trattamento in garanzia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: